News

Statuto

Statuto dell’Associazione Napoli nel Mondo – Napoli Around the World Association.

I – Parte internazionale

Denominazione : Associazione Napoli nel Mondo- Napoli Around the World Association.

L’Associazione Napoli nel Mondo (Napoli Around the World Association), per i rapporti culturali e di amicizia fra Napoli e tutte le altre città denominate tali in qualsiasi parte del mondo ed in qualsiasi lingua, è aperta a tutti coloro che, indipendentemente dalle personali opinioni, vogliono conoscere ed approfondire la conoscenza di Napoli. Inoltre essa vuole mettere in contatto tra loro tutti i “napoletani nel mondo” ,cioè quelli che possono definirsi “napoletani (neapolitan)” ovvero persone nate o residenti nelle città indicate quali “Napoli” o discendenti da napoletani, intesi comunque quali napoletani anche i nati nella Provincia di Napoli ed in qualsiasi comune della Regione Campania, essendovi Napoli il capoluogo.

L’Associazione opera per contribuire allo sviluppo di buone relazioni e scambi in tutti i campi tra le città ed i suoi residenti, sia nella città stessa che nella sua provincia o zona di interessenza (regione, distretto).

L’opera dell’Associazione può essere riassunta nei seguenti modi e forme principali:

Promuovere e sostenere attività ed iniziative come conferenze, dibattiti, incontri, convegni, seminari, gruppi di studio, mostre di vario genere, proiezioni di filmati, audiovisivi e diapositive, manifestazioni che trattano della realtà Napoletana, anche in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche, le Camere di Commercio, Enti del Turismo e Ministeri.

Si adopera per sensibilizzare , attraverso tutti i canali di informazione, l’opinione pubblica per far conoscere i vari aspetti della vita, della storia e della cultura del folklore e tradizioni di Napoli (Italia) e farli conoscere a Naples (o in ogni modo denominata) nel mondo. Nello stesso contempo si vuole conoscere la storia , le tradizioni ed origini di Naples.

Sviluppa le varie iniziative, tenendo a disposizione i propri esperti e collaboratori e proprio materiale, per realizzare, anche in collaborazione con Enti, Istituzioni, Organismi e Personalità, manifestazioni varie, sforzandosi di fornire sempre una informazione documentata ed aggiornata.

Può curare la pubblicazione di un suo bollettino o rivista, quale organo dell’Associazione e come strumento di libera discussione su ogni argomento che concerne Napoli o Naples, Neòlpolis, Neapolis, e le località gemellate.

Informa su iniziative promosse dalle amministrazioni comunali o da qualunque altro Ente o istituzione purché concerni le città.

Pubblica direttamente e promuove la pubblicazione di libri, opuscoli, documenti, bollettini e altro come complemento e sussidio delle sue attività; le suddette pubblicazioni possono essere redatte in qualsiasi lingua.

Attraverso i suoi centri offre servizi di ricerca, consulenza, traduzioni, interpretariato, assistenza ad Enti, delegazioni e persone “Napoletane” esse intese come Napoletani di nascita o di adozione e simpatizzanti.

Può gestire una propria biblioteca specialistica e disponibile per consultazione da parte dei soci.

Organizza corsi di lingua inglese, italiano e di altre lingue, ma anche di napoletano.

Promuove viaggi tra Napoli (I) e tutte le altre città denominate Napoli o ad esse gemellate.

Organizza scambi di delegazioni e visite in Italia e nel mondo.

In collaborazione con le competenti autorità si occupa di realizzare gemellaggi tra le città e località

Sviluppa una attività promozionale e di assistenza nel campo degli scambi economici e commerciali

Promuovere iniziative di turismo sociale in favore di collettività di emigranti napoletani (intesi come definizione quelli di cui all’art. 2 del presente statuto) e loro familiari dal loro luogo di residenza all’estero verso l’ Italia e viceversa.

Promuovere iniziative di aggiornamento linguistico in favore degli emigranti napoletani rientrati in Campania.

Istituire borse di studio in favore dei figli dei lavoratori napoletani emigrati.

Promuovere iniziative tendenti, previo accordi con le istituzioni italiane e con gli Stati interessati, a creare periodici scambi di aggiornamento scientifico professionale, tra studenti universitari e tra docenti di varie facoltà, rispettivamente dell’Università di Napoli e quelle delle di interessenza delle altre “Napoli” nel mondo o gemellate.

Promuovere gemellaggi tra scuole di Napoli e provincia e quelle delle altre Napoli (Naples, Neapolis, Neòpolis) o comunque gemellate, per creare momenti di osmosi culturale, artistico, sportivo e ricreativo, realizzato anche con scambi di visite.

Promuovere manifestazioni di richiamo turistico in Campania, nelle dimensioni artistico-culturale, drammatico, classico e moderno, miranti all’incremento del turismo verso la Regione Campania.

Promuovere manifestazioni turistiche ricreative, sportive (al tal fine si veda l’art. 47 del presente statuto), che possano costituire attrattive per visitare Napoli, la sua Provincia e la Campania, attrattiva per il prolungamento del proprio soggiorno nella Regione Campania.

La sede principale viene fissata nel luogo di fondazione dell’Associazione, le altre sono sedi secondarie o Circoli.

Le sedi secondarie estere dovranno rispettare i punti di questo statuto che vanno dal punto n. 1 al n. 5 ma possono organizzarsi in accordo alle leggi vigenti nelle nazioni delle sedi , l’unica deroga è che nel Comitato direttivo della sede principale e quelle di Napoli ovunque denominata , quale membro onorifico, faccia parte il sindaco di Napoli ( o Naples) o quanto meno un suo rappresentante da questo nominato.

Fra le sedi vi sarà sempre e comunque scambio di informazioni, l’allegato A in inglese è parte integrante della presente sezione I.

II – Parte inerente la Associazione in Italia

A – Soci

Possono far parte dell’Associazione tutti coloro che siano simpatizzanti di Napoli e che vogliono operare per le finalità e con le modalità stabilite nel presente statuto, siano essi persone fisiche che sostenitori in nome collettivo, enti, organismi, istituzioni. L’iscrizione viene riconosciuta su base individuale; viene inoltrata su proposta del Circolo, ove esistente, e viene decisa dal Consiglio nazionale. Il Consiglio Nazionale decide l’accoglimento delle adesioni.

I soci devono rispettare lo Statuto e pagare le quote associative nella misura determinata dal Comitato nazionale, ne sono esclusi i soci fondatori ed i soci onorifici. La loro qualifica di membri dell’Associazione è incompatibile con atti non conformi o contrari allo spirito e alla lettera del presente Statuto. I responsabili di tali atti vengono richiamati e nei casi più gravi espulsi dall’Associazione previo parere dei Probiviri.

I soci sono impegnati a utilizzare i simboli dell’Associazione nonché i beni di proprietà o in uso della stessa esclusivamente per le attività e i fini associativi.

Ogni socio che presta la propria collaborazione non retribuita alle attività, secondo le proprie attitudini e possibilità, ha diritto al rimborso delle spese autorizzate.

Ogni socio in regola con il pagamento delle quote associative annue ha diritto di partecipare, secondo le norme del presente statuto, alle attività associative, usufruire di tutti i mezzi e vantaggi dell’Associazione e quelli che la stessa mette a disposizione, far parte dei vari organi dell’Associazione ; sono esentatati dalla quota associativa annuale, i soci fondatori dell’Associazione , i soci benemeriti o onorari e quelli cooptati per diritto.

Il Comitato nazionale può conferire la qualifica di socio onorario o benemerito a chi ritenga possedere requisiti particolarmente idonei a favorire il raggiungimento delle finalità statutarie elevando il prestigio e rafforzando l’influenza dell’Associazione o abbia reso particolari vantaggi alla stessa. I soci fondatori, esaurita ogni eventuale loro carica, restano soci onorari a vita e possono ricoprire qualunque carica, se eletti. I soci onorari hanno facoltà di partecipare al Congresso nazionale, con diritto di voto e sono eleggibili. I soci benemeriti vanno far parte del Comitato d’onore.

B – Circoli

Dovunque esistono le necessarie condizioni morali e materiali, i soci dell’Associazione possono costituire il Circolo (sede secondaria) dell’Associazione Napoli nel Mondo.

La costituzione del Circolo è subordinata all’approvazione del Comitato nazionale ed ha anche facoltà di revocare tale approvazione nel caso di attività contrarie allo spirito ed alla lettera del presente statuto.

La richiesta di approvazione da parte dei soci fondatori del Circolo implica la piena accettazione e rispetto del presente Statuto e dei principi e delle norme in esso esistenti, nonché l’impegno a fare menzione di tale specifica obbligazione nello Statuto o Regolamento del costituendo Circolo.

Il Circolo opera nella più ampia autonomia per le finalità stabilite dal presente Statuto e si avvale degli organi nazionali, delle strutture centrali e del materiale da queste messe a disposizione quando ciò sia necessario e possibile per la riuscita delle proprie iniziative e attività, ha un suo statuto o Regolamento interno per quanto riguarda la sua costituzione , la sua esistenza ed il suo eventuale scioglimento, la vita associativa, i suoi organi deliberanti, dirigenti e responsabili, versa la quota di adesione alla Associazione e quella annuale.

Il Circolo finanzia autonomamente la sua esistenza e la sua attività, traendo risorse sia da sottoscrizione, patrocini, donazioni, attività e servizi vari, sia delle sue spettanze quando scelga di ricorrere ai servizi nazionali per attività come il servizio di abbonamenti, la diffusione di libri e pubblicazioni napoletane, la promozione di viaggi da e per Napoli*. E’ direttamente responsabile della sua attività finanziaria, dei propri bilanci e della propria contabilità

Il Circolo svolge la sua attività nella città, località o territorio dove è stato costituito, può ampliare il raggio della sua attività in altre città, località o territori vicini, dove e fin quanto non vi esistano altri circoli, fra i Circoli si possono realizzare iniziative comuni

I provvedimenti del Consiglio Nazionale di rigetto della richiesta della costituzione di un Circolo e di revoca della approvazione sono impugnabili entro 30 giorni dalla data della comunicazione innanzi al Comitato nazionale. Il Comitato nazionale decide sentito il parere dei Probiviri. L’efficacia del provvedimento di revoca dell’approvazione resta sospesa in caso di ricorso nei termini.

Quando il provvedimento di revoca dell’approvazione è diventato definitivo, il Circolo assoggettato a tale provvedimento è obbligato a procedere immediatamente al cambio della propria denominazione sociale, e relativi simboli con divieto di inclusione nella nuova denominazione e relativi simboli di ogni riferimento alla presente Associazione.

C – Organi nazionali

Gli organi dell’Associazione sono:

Il Congresso Nazionale

Il Presidente ed i due Vicepresidenti

Il Comitato Nazionale

Il Consiglio Nazionale

Il Segretario Nazionale

Il Collegio dei Revisori dei conti

Il Collegio dei Probiviri.

Le cariche hanno durata quinquennale e possono essere conferite a tutti i soci che siano iscritti da almeno tre anni e siano in regola con il pagamento delle quote associative annuali, salvo quando disposto dall’art. 12 del presente Statuto.

Il Congresso nazionale, si riunisce ordinariamente ogni cinque anni, su convocazione del Comitato nazionale, per pronunciarsi sulla relazione dell’attività svolta. Le riunioni del Congresso sono valide in prima convocazione con la presenza sella metà più uno dei soci aventi diritto al voto, e in seconda convocazione qualunque sia il numero dei soci intervenuti. Le deliberazioni sono adottate a maggioranze dei presenti; a parità di voti prevale il voto del Presidente. Il Congresso definisce l’orientamento e la linea della Associazione ; conferma o modifica lo Statuto, elegge il Presidente ed i Vicepresidenti, il Comitato nazionale, il Collegio dei revisori dei conti ed il Collegio dei Probiviri; fa proposte per la formazione del Comitato d’onore.

Ha diritto ad intervenire al Congresso tutti i soci in regola con il pagamento delle quote associative annuali che abbiano una anzianità di iscrizione alla Associazione di almeno due anni oltre quello in corso; i soci che fanno parte di un circolo possono partecipare al Congresso nazionale a mezzo di delegati, secondo le norme che saranno emanate dal Comitato nazionale al momento della convocazione.

26) Nel caso che particolari circostanze se ne manifesti la necessità, il Congresso nazionale si riunisce in via straordinaria su convocazione del Presidente, o della maggioranza del Comitato Nazionale, ovvero su richiesta di almeno un quarto dei soci iscritti alla Associazione.

Il Presidente ha la rappresentanza legale dell’Associazione e firma gli atti ufficiali; firma altresì i documenti contabili unitamente al segretario nazionale. Il Presidente, in caso di temporaneo impedimento, delega le sue funzioni a uno dei due Vicepresidenti. Qualora per qualsiasi motivo si rendesse vacante la carica di Presidente, il Vicepresidente più anziano ne assume le funzioni integralmente e fino alla nomina del nuovo Presidente da parte del Comitato nazionale che dovrà essere convocato entro 60 giorni.

Il Comitato nazionale è formato da un minimo di cinque membri ad un massimo di diciannove compreso il Presidente ed i due Vicepresidente, viene eletto dal Congresso nazionale, esercita la direzione dell’Associazione sulla base delle decisioni del Congresso nazionale.

Per il Comitato nazionale vige l’istituto della cooptazione, quando ne sia reso necessario l’esercizio al fine di reintegrare detto organo fino ai limiti statutari e comunque fino ad un massimo di cinque membri.

Il Comitato nazionale si riunisce ogni sei mesi su convocazione del Presidente, nel luogo da questi stabilito, e tutte le volte che lo richieda almeno un terzo dei propri componenti. Delibera, in prima convocazione, con l’intervento della maggioranza degli aventi diritto ed in seconda convocazione con l’intervento di almeno un terzo dei medesimi. Le deliberazioni sono adottate a maggioranza assoluta dei presenti; a parità di voto prevale il voto del Presidente. I membri del Comitato nazionale che compiono due assenze consecutive ingiustificate, ovvero quatto assenze consecutive giustificate, decadono automaticamente dall’incarico nel Comitato nazionale stesso e, se ricoperto dall’incarico nel Consiglio nazionale. La decadenza viene dichiarata dal Comitato nazionale, il quale deve procedere alla sua immediata sostituzione eventualmente anche nel Consiglio nazionale, con altro proprio componete.

Il Comitato nazionale, sulla base dello Statuto, della linea dell’Associazione e delle decisioni del Congresso nazionale, emana tutti i regolamenti interni, le norme specifiche e eventuali interpretazioni, fissa la quota annuale, approva annualmente i bilanci e le relative relazioni, nomina i componenti del comitato d’onore tenendo conto delle proposte del Congresso nazionale, nomina i componenti dei Comitati scientifici, nomina i responsabili di iniziative editoriali.

Il Comitato nazionale elegge nel suo seno il Consiglio nazionale composto da un massimo di undici membri di cui tre di diritto: il Presidente, i due Vicepresidenti; degli altri membri uno viene eletto con l’incarico di Segretario nazionale.

Il Consiglio nazionale è l’organo esecutivo del Comitato nazionale. Si riunisce almeno ogni quattro mesi su convocazione del Presidente e delibera con l’intervento di almeno quattro membri, a parità di voti prevale quello del Presidente. Nei confronti dei membri del Consiglio nazionale che compiono tre assenze consecutive ingiustificate, ovvero sei assenze consecutive giustificate, il Comitato nazionale, nella sua prima riunione al verificarsi di detto evento, su richiesta del Presidente, può richiederne la decadenza dell’incarico procedendo alla loro costituzione.

Il Consiglio nazionale è responsabile della gestione dell’Associazione e di tutti i servizi connessi, decide l’assunzione del necessario organico retribuito, su proposta del Segretario nazionale, nei limiti, misure ed oneri decisi dal Comitato nazionale.

I membri del Consiglio nazionale, così come tutti gli altri membri appartenenti agli organi dell’Associazione, non sono retribuiti, a meno che non rientrino nell’organico summenzionato, come può essere il caso del Segretario nazionale; possono però ottenere il rimborso delle spese autorizzate come ogni altro socio incaricato di particolari lavori e attività.

Il Segretario nazionale affianca il Presidente nella gestione amministrativa e contabile dell’Associazione sottoscrivendo con lo stesso i bilanci annuali dell’Associazione da sottoporre all’approvazione del Congresso nazionale.

Il Collegio dei revisori dei conti è composto da tre membri effettivi e due supplenti,soci e non, nominati dal Congresso al di fuori dal Comitato nazionale, ha il compito di verificare e controllare la regolarità amministrativa e contabile dell’Associazione, e annualmente i bilanci predisposti come da statuto, relazionando al Congresso. Nello svolgimento del loro incarico potranno richiedere per i dovuti controlli i libri ed i documenti contabili. I suoi membri, effettivi e supplenti, possono partecipare alle riunioni del Comitato nazionale senza diritto di voto.

Il Collegio dei Probiviri, composto da almeno tre membri effettivi e due supplenti, viene nominato dal Congresso al di fuori del Comitato nazionale, tra i soci, ed ha il compito di derimere le eventuali controversie tra soci e gli organi dell’Associazione e, se richiesto, tra gli stesi soci. Deve essere consultato ogni volta che i competenti organi nazionali vogliono adottare un provvedimento di allontanamento di uno o più soci, o di revoca della appro -vazione della costituzione di un Circolo. I suoi membri, effettivi o supplenti, possono partecipare alle riunioni del Comitato nazionale senza diritto di voto.

D – Organi consultivi

Gli organi consultivi dell’Associazione sono:

I Soci Benemeriti

Il Comitato d’onore

I Comitati scientifici

I Soci benemeriti vengono nominati dal Congresso e/o dal Comitato nazionale e/o dal Consiglio , su proposta del Presidente dell’Associazione e da segnalazione dei responsabili delle sedi secondarie o dei Circoli, sono persone che hanno reso particolari servigi alla Associazione.

Il Comitato d’onore è composto da eminenti personalità della cultura, della scienza, dell’arte, della politica e dell’economia, amici di Napoli e della napoletanità, nominate dal Comitato nazionale dell’Associazione tenendo conto delle proposte del Congresso nazionale. I membri del Comitato d’onore hanno facoltà di partecipare al Congresso senza diritto di voto, e di inviare messaggi e proposte al Comitato nazionale circa l’attività dell’ Associazione e possono essere consultati da questo in merito allo sviluppo dei rapporti culturali e di amicizia fra le città.

I Comitati scientifici sono composti dai soci dell’Associazione esperti in diverse discipline, nominati dal Comitato nazionale e possono essere da questo consultati per un migliore e più efficiente svolgimento delle funzioni associative.

E – disposizioni finali

L’Associazione “Napoli nel mondo” rientra nella qualifica legale di “associazione non riconosciuta” senza fine di lucro.

L’Associazione amministra il suo patrimonio ricavando i mezzi finanziari da quote associative, sottoscrizioni, contributi, donazioni, eredità, patrocini, iniziative e servizi vari.

Lo Statuto dell’Associazione può essere modificato dal Congresso nazionale a maggioranza dei due terzi dei congressisti.

Premio “Napoli nel Mondo”, premio assegnato annualmente a personalità o Ente o Organizzazione, nel campo dello Sport, Economico, Culturale, Scientifico, dello Spettacolo, che hanno contribuito a portare il nome di Napoli nel mondo. Il premio può anche essere assegnato a più persone od enti nei vari campi.

Istituire le “ ISOLIMPIADI o SEBASTA’ ”, giochi per celebrare l’amicizia e la pace tra le diversi città e tra gli Stati da esse rappresentati; in linea generale rispecchianti quelli in auge in età imperiale del primo secolo dopo Cristo, ma con discipline sportive attuali, il regolamento e le modalità, saranno emanate da un apposito comitato.

Istituire la sezione “napoletani nel mondo” della quale possono far parte tutti quelli che possono definirsi “napoletani (neapolitan)” ovvero persone nate o residenti nelle città indicate quali “Napoli” o discendenti da napoletani, nel sito web” www.napolinelmodo.org”, sparsi per ogni angolo della terra e partecipare a forum o chat.

Le delibere emesse dal Comitato che non sono inserite nello statuto hanno validità sino a nuova delibera che annulli o modifichi la precedente.

Il simbolo dell’ Associazione è costituito da un doppio cerchio, nella cui corona circolare vi è la scritta in “NAPOLI NEL MONDO – NAPLES AROUND THE WORLD”, lo sfondo interno rappresenta il globo terrestre con sovrimpressa una N .