Terralba

Neapolis era una delle più antiche e importanti città della Sardegna, dislocata a circa sette chilometri ad ovest di Terralba, nel Golfo di Oristano, all’estremità meridionale dela laguna di Marceddì, sulla riva sinistra dello Stagno Santa Maria, una distesa d’acqua che fino a mezzo secolo fa era ancora navigabile, mentre oggi si presenta impaludata, coperta di vegetazione palustre e colmata dai detriti che massicciamente vi apportano il Rio Mogoro e il Fluminimannu.

Nonostante la città sia stata distrutta o abbandonata da epoca remota, la memoria storica della dislocazione del sito, al di là delle rovine visibili, si è tramandata fino a noi in virtù della persistenza orale del suo toponimo, anche se un po’ deformata. I terralbesi continuano a chiamarla “sa cittadi da Nabi”, cioè la città di Neapolis.

Il toponimo Neapolis è di origine greca e significa “città nuova”. Noi sappiamo che la Sardegna non è stata mai coinvolta dalla colonizzazione greca, e perciò l’origine di questo nome non è da mettersi in correlazione con la fondazione di una colonia, sebbene dobbiamo ammettere che le ricerche archeologiche hanno messo in evidenza l’esistenza di intensi e lunghi rapporti commerciali con la Grecia, in particolar modo con Atene.

http://www.comune.terralba.or.it/it/primo-piano/la-nostra-storia/index.aspx?m=53&did=283

Neapolis was one of the most ancient and important cities of Sardinia, located approximately seven kilometers West of Terralba.  The name Neapolis, has Greek origin but we know that never Greek people colonized Sardinia, although the archaeological  researches  have put in evidence the existence  of businesses relations with Greek people, in particular with Athens.

The name of the ancient city is the Latin meaning of New city.

Freely translated from http://spazioinwind.libero.it/comuneterralba/Neapolis/Neapolis.htm