Parole della lingua napoletana, quasi dimenticate:

Sberressa, dal latino birrus verbo che significava rosso, ora riferito alla casacca delle guardie (che in genere indossavano un mantello rosso o una casacca rossa) e con l’aggiunta del prefisso s diventa sbirro, ovvero il poliziotto; la sberressa anche se è la forma femminile di sbirro non significa affatto poliziotta ma in napoletano significa donna terribile, una cavallona o una virago

‘A sberressa   è anche una canzone scritta da L. Cioffi e musicata da G. Cioffi https://www.youtube.com/watch?v=b9fbhnWKe9I Qui nella rara versione di Alberto Berri. Oppure nella non meno rara interpretazione di Franco Ricci  https://www.youtube.com/watch?v=9FXLiEehVl8

 

Facebook Comments