Dino Zoff: “Supercoppa? Juve e Napoli hanno pari possibilità”Dino Zoff: “Supercoppa? Juve e Napoli hanno pari possibilità”

Dino Zoff: “Supercoppa? Juve e Napoli hanno pari possibilità”Dino Zoff: “Supercoppa? Juve e Napoli hanno pari possibilità”

Ancora pochi giorni e vivremo un’altra sfida entusiasmante che va oltre il significato del trofeo in palio: la Supercoppa italiana. Juventus e Napoli, dopo la finale di Coppa Italia disputata a Roma e terminata con il successo della squadra azzurra in una partita ricca di emozioni, si ritroveranno a Pechino per dare vita, in un palcoscenico inedito, ad una sfida che fa da preludio ad altri grandi match che si disputeranno nel prossimo campionato italiano. Per avere un autorevole parere sull’incontro e sullo stato attuale delle due squadre, NapoliSoccer.NET ha intervistato, in esclusiva, un allenatore di calcio, dirigente sportivo, ex portiere campione europeo e campione mondiale con la Nazionale italiana che ha anche allenato dal 1968 al 2000: Dino Zoff. L’ex portiere ha vestito sia la maglia del Napoli che quella della Juventus ed è stato un idolo indiscusso delle due tifoserie:
L’11 agosto si giocherà, a Pechino, la partita valida per l’assegnazione della Supercoppa italiana che vedrà opposte Juventus e Napoli. Secondo lei, quale delle due squadre avrà la giusta forma psicofisica e le motivazioni per la conquista del trofeo?
“Le motivazioni le avranno tutte e due le squadre. Sotto l’aspetto motivazionale, quindi, credo che non ci siano problemi per le due compagini. Bisognerà vedere quali delle due squadre è entrata in forma prima. Credo che sia questo l’aspetto che potrà determinare un risultato o un altro”. Afferma Zoff a NapoliSoccer.net che, alla richiesta di precisare se, al momento, le due squadre hanno pari possibilità, risponde con sicurezza: “E si, certo”.

La Juventus si è molto rafforzata. La società bianconera, fino ad ora, ha acquistato molti giocatori tra i quali Giovinco, Asamoah, Isla, e Lucio. Cosa manca, ancora, all’organico del club di Corso Galileo Ferraris per primeggiare in campionato e nella Champions League?
“Non si sa. La società sta cercando un attaccante. Per me, la Juventus può essere completa anche cosi –prosegue Zoff che ribadisce- Serve un attaccante e la società lo cerca ancora. Credo, comunque, che così come è attualmente, sia già un’ottima squadra”.

…quindi la Juve sta tornando ai livelli che competono al blasone della Vecchia Signora?
Certo, è anche d’obbligo”.

Il Napoli, invece, ha effettuato pochi acquisti: Gamberini , Behrami e Pandev. La squadra azzurra ha conservato la struttura dello scorso anno. Gli uomini di Mazzarri potranno fare bene nella prossima stagione, potranno essere competitivi con una squadra così strutturata oppure anche il Napoli necessita di qualche ulteriore rinforzo?
“Il Napoli potrà fare bene, è una squadra completa. La squadra azzurra è una compagine già attrezzata per far bene”.

Finalmente, il Napoli ha trovato un giovane talento made in Naples: Lorenzo Insigne. Cosa pensa del giocatore?
“Insigne si è presentato bene, l’altro anno ha fatto un ottimo campionato di serie B e credo che potrà dare una mano al Napoli nella prossima stagione”.

Potrà Insigne confermare le sue notevoli doti. L’effetto San Paolo potrebbe condizionare il giovane attaccante?
“L’effetto San Paolo potrà essere un effetto benefico perchè il calore del pubblico napoletano è sempre importante”.

Quali squadre, secondo lei, potranno lottare per la conquista dello Scudetto?
“Credo la Juventus -conclude Zoff ai microfoni di NapoliSoccer.NET aggiungendo– Dopo i bianconeri penso che ci sia un gruppo di altre squadre tra cui il Napoli”.

Vincenzo Vitiello – NapoliSoccer.NET

Mandato (Ag. FIFA): “Raiola? Parla di un calcio che non esiste”Mandato (Ag. FIFA): “Raiola? Parla di un calcio che non esiste”

Mandato (Ag. FIFA): “Raiola? Parla di un calcio che non esiste”Mandato (Ag. FIFA): “Raiola? Parla di un calcio che non esiste”

“L’Uefa è come l’ Unione Sovietica. Speravo che con Platini la Uefa sarebbe migliorata, ma è solo cambiato il nome del presidente”: questa la risposta di Mino Raiola, a margine della presentazione di Ibrahimovic al Paris Saint Germain, a una domanda sul fair play finanziario. Per approfondire l’argomento NapoliSoccer.NET ha contattato, in esclusiva, Tommaso Mandato, noto procuratore sportivo e presidente dell’Associazione SPORTFORM.
Tommy, un suo parere in merito alle dichiarazioni di Raiola:
“Le parole di Raiola si commentano da sole: Lui parla, esaltandolo chiaramente (per i suoi lauti guadagni) di un calcio che non esiste, di squadre che sono solo eccezioni in una realtà che e’ oggettivamente critica per tutte le altre squadre e che non fa altro che rispecchiare l’attuale difficilissimo panorama dell’economia mondiale!! Sperperare … – afferma Mandato ai microfoni di NapoliSoccer.NET- Acquistare senza contegno … Prendere tutto significa cercare di vincere… senza competere in un mondo quale e’ quello dello Sport che si fonda principalmente sul rispetto delle regole: e’ la prima regola (al di la di qualsiasi Raiola di turno) deve essere l’osservanza rigida dei bilanci (o fair play finanziario che dir si voglia) che purtroppo continua a ritardare la sua introduzione !! Ma il calcio e’ bello ed unico perche la palla e’ rotonda e non sempre gli investimenti equivalgono a Successi: speriamo sia così anche in questo caso!!!”

Vincenzo Vitiello – NapoliSoccer.NET

Napoli, tutti in coro: ‘Vogliamo la Supercoppa’Napoli, tutti in coro: ‘Vogliamo la Supercoppa’

Napoli, tutti in coro: ‘Vogliamo la Supercoppa’Napoli, tutti in coro: ‘Vogliamo la Supercoppa’

‘La supercoppa… Vogliamo la Supercoppa’: questo il coro dei i tremila tifosi che hanno seguito il Napoli nel ritiro di Dimaro. Agli slogan degli appassionati supporters azzurri fanno eco le dichiarazioni dei calciatori, riportate dal Corriere dello Sport, che mettono in luce una promettente voglia di continuare a vincere, dopo il successo ottenuto a Roma in Coppa Italia contro la Juventus:

Paolo Cannavaro: ‘Vogliamo continuare e vincere’.

Salvatore Aronica: ‘Ci stiamo divertendo così tanto che vale la pena insistere: il ferro va battuto quando è caldo’.

Marek Hamsik: ‘Vogliamo vincere la Supercoppa, Sono felice per ciò che abbiamo fatto nella passata stagione e sono felice di essere qui perchè voglio bene a voi tifosi’.

NAPOLI DETERMINATO- La felicità della squadra e della tifoseria partenopea si sparge nella magnifica Valle del Sole e l’ottimismo dei calciatori fa sognare un’intera tifoseria. Quest’atmosfera di festa dimostra che il Napoli è determinato a continuare l’escalation, in primis, verso i vertici del calcio nazionale per poi riproporsi nella massima competizione continentale con l’esperienza necessaria ad una maggiore competitività rispetto alla recente avventura in Champions League.

UN ORGANICO DA COMPLETARE- Il mosaico per la composizione di una squadra più compatta e vincente sta per profilarsi dopo gli acquisti annunciati. Una compagine con un volto ben delineato dopo l’intenzione di Walter Mazzarri di applicare, nella prossima stagione il 3-5-1-1. Acquisti mirati per un modulo che ha permesso alla Juventus di trionfare, nello scorso campionato, aggiudicandosi un meritato scudetto e concludendo il torneo imbattuta.

Mancano ancora pochi dettagli ma, qualora venissero annunciati i nuovi acquisti ed in attesa di un colpo di mercato da parte di Riccardo Bigon, con il beneplacido di Aurelio De Laurentiis, possiamo affermare che:

Valon Behrami- Centrocampista della Fiorentina e della Nazionale svizzera (classe ’85), è un giocatore molto duttile, può ricoprire più ruoli: centrocampista centrale in una difesa a tre, esterno su entrambe le fasce e, all’occorrenza, anche laterale basso in una difesa a quattro. Per i moduli e gli schemi adottati dal Napoli, Valon, si sposa, perfettamente, con la filosofia di Mazzarri.

Alessandro Gamberini– Difensore della Fiorentina (classe ’81) che andrebbe a completare il reparto difensivo del Napoli dopo una stagione in cui i maggiori problemi della squadra azzurra sono stati riscontrati in difesa. Molto forte di testa e negli anticipi, gioca come difensore centrale. Vince l’Oro agli europei Under 21 nel 2004 in Germania e totalizza otto presenze nella Nazionale maggiore. Un difensore, dotato di molta esperienza, che può assicurare sicurezza ad un reparto che necessita di attenzione, tranquillità e tempestività di interventi.

Andrea Poli- Centrocampista della Sampdoria (classe ’89), ceduto in prestito all’Inter nella scorsa stagione, possiede ottima tecnica e buona visione di gioco. Può interpretare ogni ruolo di centrocampo.

In attesa di provvedere all’acquisto di un laterale sinistro, di altri tasselli in difesa e centrocampo e di un altro giocatore di notevole spessore per dare una giusta decorazione al mosaico, il Napoli si accinge a partire per una nuova avventura ed il popolo partenopeo attende una squadra, altamente, competitiva soprattutto in campionato. Sicuramente, il club azzurro sta provvedendo a costruire un organico, con oculatezza, rispondente ai dettami tecnici di Mazzarri.

Vincenzo Vitiello

Calciomercato.com

Mercato Napoli: ‘Si raffredda la pista per Cissokho’Mercato Napoli: ‘Si raffredda la pista per Cissokho’

Mercato Napoli: ‘Si raffredda la pista per Cissokho’Mercato Napoli: ‘Si raffredda la pista per Cissokho’

L’inviato di NapoliSoccer.NET, Vincenzo Vitiello, riferisce che il mercato in uscita del Napoli è in continuo movimento. Bigon ha il difficile compito di sfoltire la rosa a disposizione di Mazzarri e dopo la partenza di Fideleff, con destinazione Parma, si cerca una sistemazione per gli altri azzurri che non rientrano nei piani del tecnico, come Vitale, vicino al Lecce, Rinaudo, Hoffer e Chavez. Per Vitale si era parlato, nei giorni scorsi, di Grosseto e di Livorno ma in realtà il calciatore sarebbe ad un passo dal Lecce. Luca Urbani ha già parlato con il Lecce. La formula è quella solita del prestito con diritto di riscatto ma l’unico ostacolo per la definizione della trattativa è rappresentato dall’ingaggio del calciatore ritenuto troppo alto dalla società salentina. Per questo il Napoli potrebbe inserire nell’operazione qualche giovane calciatore gradito dal Lecce, come per esempio Raffaele Maiello.

Il Napoli è sempre vigile anche sul mercato in entrata. Tra i corridoi dell’ATA Hotel, l’inviato ha incrociato Fabrizio Ferrari, l’agente per l’Italia di Aly Cissokho. Qualche settimana fa c’era stato l’interessamento di Bigon per l’esterno del Lione ma la società non si è più fatta sentire e non si sono registrati ulteriori sviluppi per la trattativa. Segno che il Napoli possa aver virato le proprie mire su altri obiettivi (Armero e Behrami). Pertanto possiamo dire che al momento la pista per il calciatore francese si è raffreddata -continua Vincenzo Vitiello dall’ATA Hotel di Milano- La soluzione per il rebus dell’esterno sinistro del Napoli sembra sempre più vicina. Raffreddatasi la pista per Aly Cissokho non trova riscontri nemmeno l’ipotesi di cui si è parlato in questi giorni di un interessamento del Napoli per Federico Balzaretti.

Nei corridoi dell’ATA Hotel di Milano, Vitiello ha incontrato il dg del Palermo Giorgio Perinetti che ha smentito che attualmente ci possa essere un interessamento da parte del Napoli per il terzino rosanero. Di conseguenza, per la fascia sinistra, sembra sempre più vicino l’ingaggio di Pablo Armero dall’Udinese. Stesso discorso per il difensore del Pescara Capuano. Abbiamo incrociato Daniele Delli Carri. Il ds del Pescara ha categoricamente smentito un’ipotesi Napoli per il calciatore abruzzese.
In giro si è visto anche Silvio Pagliari, procuratore dell’attaccante dell’Atalanta Gabbiadini, per il quale si può smentire con certezza le voci di un interessamento da parte del Napoli mentre da parte della Juventus c’è ed è datato -conclude Vitiello con altre news- Registriamo inoltre alcune trattative di mercato: il centrocampista australiano Carl Valeri ha rinnovato con il Sassuolo fino al 2014; Confermiamo il passaggio di Andrea Gessa dal Pescara al Cesena, mentre il portiere del Lecce Massimiliano Benassi è a metà strada tra Pescara e Siena.

calciomercato.com

LEGGI ARTICOLO SU CALCIOMERCATO.COM

Mondonico sul Napoli: “Mercato? Meglio aspettare”Mondonico sul Napoli: “Mercato? Meglio aspettare”

Mondonico sul Napoli: “Mercato? Meglio aspettare”Mondonico sul Napoli: “Mercato? Meglio aspettare”

Manca molto tempo alla fine di agosto quando calerà il sipario sulla sessione estiva del calciomercato. Nella sede milanese ancora non sono state portate a termine le trattative molto attese dalle varie tifoserie che, con trepidazione, seguono gli sviluppi di alcune operazioni di mercato. Per analizzare questo aspetto e valutare le strategie del Napoli riguardanti la prossima stagione, NapoliSoccer.NET ha intervistato, in esclusiva, Emiliano Mondonico ex calciatore ed allenatore che nel 2000-2001 è stato alla guida della squadra partenopea:

Il calciomercato è ancora fermo: pochi movimenti, poche trattative. Dipende dalle minori disponibilità economiche dei club oppure le società iniziano ad adeguarsi al fair play finanziario voluto da Platini?
“Secondo me il mercato si fa, soprattutto, negli ultimi giorni dove tutti i giocatori costeranno poco o niente. Diciamo che i tifosi dovranno un po’ soffrire perchè, fino all’ultimo, non sapranno quale e come sarà la squadra del prossimo anno. Però, se tanto mi da tanto, penso che nei giorni finali del calciomercato, ci saranno grandi movimenti ovvero quando sicuramente, i prezzi saranno calati”.

Il Napoli ha la disponibilità economica per condurre e portare a termine eventuali trattative. Ancora una volta, la squadra è partita per il ritiro incompleta in alcuni ruoli. Il vantaggio derivante da tale situazione è riconducibile alla possibilità, da parte dei dirigenti e dell’allenatore, di poter valutare quale giocatore potrebbe inserirsi, nel migliore dei modi, nell’organico. Lo svantaggio è dovuto ad un ritardo nell’amalgama della squadra in vista dell’inizio di stagione. Cosa ne pensa?
“Penso che il vantaggio sia quello di prendere giocatori buoni, dei top player -riferisce Mondonico a NapoliSoccer.NET- E’ chiaro che se i calciatori sono tali, non faranno fatica ad inserirsi subito, pertanto, piuttosto che andare via e competere con dei giocatori dei quali non ci si fida, è meglio aspettare e andare via con calciatori affidabilissimi. Non ci sarà, sicuramente, bisogno di tanto tempo per capire alcune cose”.

Il club azzurro è alla ricerca di un esterno sinistro. Le ultime notizie riferiscono di un concreto interesse, da parte del Napoli, per Aly Cissokho e Pablo Armero. Quali dei due giocatori prenderebbe?
“Prenderei Armero. Penso che, sicuramente, questo giocatore ha enormi qualità per cui diciamo che, senza dubbio, sceglierei questo calciatore”.

Alcuni rumors di mercato riportano che il Napoli ha formalizzato una richiesta per Gastón Ramírez centrocampista del Bologna. Sembra che il club partenopeo abbia offerto dieci milioni di euro più Fideleff e Donadel. Le chiedo un parere in merito ad un’eventuale trattativa tra le due società sulla base di tale offerta.
Penso che sarebbe un bell’affare anche se, ripeto, aspettando un po’ di tempo si potrebbe risparmiare qualcosa”.

Per il centrocampo del Napoli sono stati fatti diversi nomi: Lasicki, Poli, Medel, Kucka, Behrami ed altri calciatori. Uno di questi centrocampisti potrà vestire la maglia azzurra nella prossima stagione?
“Consiglierei al Napoli di aspettare perchè, sicuramente, come ho detto prima, nel finale del calciomercato possono esserci sul mercato giocatori che, in questo momento, sembrano incedibili da parte delle altre squadre. Perciò , penso che ci sarà tempo per fare le scelte per il resto dei giocatori noti. I top player, però, se si prenderanno, secondo me, si acquisteranno verso la fine del calciomercato perciò vale la pena aspettare”.

Pensa che Insigne potrà confermare le sue doti ed emergere in una piazza come Napoli?
“Penso che Napoli sia una piazza che esalta, soprattutto, i giocatori come Insigne. L’importante è che il ragazzo abbia le possibilità per esaltarsi”.

Secondo lei quali squadre sono favorite per la conquista dello scudetto?
“Il Napoli deve, sicuramente, lottare per la conquista della qualificazione alla Champions League perchè l’avventura nella massima competizione continentale non può essere stata tale ma deve seguire la logica di poter arrivare alla qualificazione Champions nella prossima stagione. Per lo scudetto, In questo momento, la Juventus è avanti a tutte le altre squadre però c’è tempo tutto il mese di agosto”.

Quali ricordi ha della sua sfortunata esperienza alla guida del Napoli? Forse poteva arrivare nella città partenopea in altri momenti.
“Penso che sono stato fortunatissimo, al di la del risultato finale, di allenare una squadra come il Napoli in una piazza come Napoli –conclude Mondonico, ai microfoni di NapoliSoccer.NET, con un sentito riconoscimento alla città partenopea- Mi ritengo veramente un allenatore fortunato”.

Vi
ncenzo Vitiello-NapoliSoccer.NET