Parole della lingua napoletana, quasi dimenticate

Quaquiglia 

La parola quaquiglia deriva dal vocabolo francese coquille, a sua volta dal latino “conchylia” il che si traduce con conchiglia. A Napoli la quaquilia è un frutto di mare bivalve che non ha nessun valore sia come commestibilità che economico, è di forma simile ai fasolari, ma di colore  bianco, questo riferito al prodotto ittico.

Ma la quaquiglia per i napoletani è anche usato in ornitologia per indicare un uccello marino, o di abitudini acquatiche, quali le procellarie, una specie di gabbiano chiamato anche gavina.

Facebook Comments