FORTUNA poesia di Peppino De Filippo

da Dic 11, 2020ANEDDOTI, FATTARIELLI, RICETTE, PERSONAGGI ED ALTRO, News

FORTUNA!
E sempe ‘a solita ora
‘na zingara passava pe’ ‘sta strata,
danno ‘a fortuna pe’ tirà ‘a campata.
Dicette don Pascale:<< Embè, pur’io
voglio vedè qual’è ‘a furtuna mia,
ca si ‘a furtuna, ‘a morte ‘e tutte guje,
se venne ….. io mò m’ ‘accatto…>> e s’ ‘accataje.
<< Tu non avrai malanni,
vivrai felice giusto novant’anni..>>
Ma nun fernesce ‘e leggere ca ‘e botto
‘nu trammo piglia ‘e liscio e ‘o mena sotto.
da PAESE MIO di Peppino De Filippo, edizioni Marotta, pag 20
nota : abbiamo pubblicato questa poesia sia per omaggiare Peppino ma anche per mettere in risalto
il modo di dire ” ‘nu trammo piglia ‘e liscio”.
Facebook Comments

Traduci

Adsense

Articoli recenti

Strade di Napoli